Lucrezio e i mostri: tra Bergson e Canguilhem