L'art. 38 c.c. e l'esonero da responsabilità degli "amministratori" dei "partiti e movimenti politici"