Nel presente saggio l’Autore - A.M. Capitta - muove dall’esame dei profili processuali del perdono giudiziale, mentre altro Autore si è occupato dei profili sostanziali. Sul piano processuale, si è individuata la natura giuridica del provvedimento di concessione del perdono giudiziale, tracciandone gli elementi distintivi rispetto alla sentenza di proscioglimento ed evidenziandone i rapporti di prevalenza con altre formule terminative. L’analisi si è poi estesa al piano della operatività dell’istituto nella prassi. Da una ricerca svolta presso l’Ufficio G.i.p. del Tribunale per i minorenni di Milano è emerso un utilizzo sempre più ampio del perdono giudiziale come modalità di definizione del procedimento in udienza preliminare. Per trovare le ragioni del dato empirico si sono ricostruiti, attraverso la casistica, i criteri adottati dai giudici minorili milanesi nella concessione del perdono giudiziale. E’ stato così possibile dare un inquadramento sistematico nuovo all’istituto del perdono giudiziale, rivalutando la sua particolare attitudine a coniugare le esigenze di rieducazione del minore con quelle di speditezza del rito, nel rispetto delle garanzie processuali.

Capitta, A., Franco, G. (2009). Il perdono giudiziale. CASSAZIONE PENALE, 50(07-08), 3125-3157 - § 5, 6, 7, 8.2, 9.

Il perdono giudiziale

CAPITTA, ANNA MARIA;
2009

Abstract

Nel presente saggio l’Autore - A.M. Capitta - muove dall’esame dei profili processuali del perdono giudiziale, mentre altro Autore si è occupato dei profili sostanziali. Sul piano processuale, si è individuata la natura giuridica del provvedimento di concessione del perdono giudiziale, tracciandone gli elementi distintivi rispetto alla sentenza di proscioglimento ed evidenziandone i rapporti di prevalenza con altre formule terminative. L’analisi si è poi estesa al piano della operatività dell’istituto nella prassi. Da una ricerca svolta presso l’Ufficio G.i.p. del Tribunale per i minorenni di Milano è emerso un utilizzo sempre più ampio del perdono giudiziale come modalità di definizione del procedimento in udienza preliminare. Per trovare le ragioni del dato empirico si sono ricostruiti, attraverso la casistica, i criteri adottati dai giudici minorili milanesi nella concessione del perdono giudiziale. E’ stato così possibile dare un inquadramento sistematico nuovo all’istituto del perdono giudiziale, rivalutando la sua particolare attitudine a coniugare le esigenze di rieducazione del minore con quelle di speditezza del rito, nel rispetto delle garanzie processuali.
Articolo in rivista - Articolo scientifico
processo minorile, perdono giudiziale
Italian
3125
3157 - § 5, 6, 7, 8.2, 9
33
Capitta AM è autore dei segg. paragrafi: § 5, 6, 7, 8.2, 9
Capitta, A., Franco, G. (2009). Il perdono giudiziale. CASSAZIONE PENALE, 50(07-08), 3125-3157 - § 5, 6, 7, 8.2, 9.
Capitta, A; Franco, G
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/17610
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact