Questioni di narratività, finzionalità e letterarietà: sull’uso dell’imperfetto nella comunicazione via Twitter