Il canto del dolore. Focolare domestico e dimensione abissale nell'Improvviso op. 142 n. 3 di Schubert