Jean-Paul Sartre: l'esilio impossibile della scrittura