Temporalità e violenza. Oltre telos ed eschaton