BACKGROUND: Il ricorso all’analgesia epidurale come strumento farmacologico di riduzione del dolore in travaglio di parto è aumentato esponenzialmente nell’ultimo decennio. La pratica gode di ampio consenso tra le gestanti ma non è priva di effetti sul fisiologico decorso del travaglio, in particolare sul secondo stadio. Questa revisione della letteratura ha come obiettivo quello di analizzare gli effetti dell’analgesia epidurale sul secondo stadio del travaglio ed indagare gli aspetti di assistenza ostetrica che ne sono influenzati. METODI: Sono stati consultati i Database Pubmed e Cinhal da Settembre a Dicembre 2016. Le KEY words utilizzate sono state “epidural analgesia ” e “second stage of labor ”. RISULTATI: Dalla revisione della letteratura è emerso che l’analgesia epidurale si associa ad un aumento della durata del secondo stadio del travaglio, del ricorso ad ossitocina e parto operativo e ad un aumento del rischio di ipotensione materna, di riduzione della mobilità, di iperpiressia in travaglio e di ritenzione urinaria. Non esistono sufficienti evidenze che denotino un incrementato rischio di taglio cesareo. Controversi sono gli studi che hanno indagato gli esiti feto/neonatali. Riguardo alla pratica ostetrica in letteratura si raccomanda di proseguire la somministrazione di analgesia anche dopo il raggiungimento della dilatazione completa, prevedere tempi più lunghi per il secondo stadio, promuovere la “free delayed pushing” e favorire per quanto possibile posizioni alternative alla litotomica al parto. DISCUSSIONE: Ulteriori studi sono necessari a chiarire gli aspetti che rimangono ad oggi controversi in merito agli effetti dell’analgesia sul secondo stadio del travaglio ed in merito alle migliori metodiche per erogare assistenza ostetrica.

Inzis, I., Fumagalli, S., Pellegrini, E., Nespoli, A. (2017). Analgesia epidurale e secondo stadio del travaglio di parto. Revisione della letteratura. SIRYO, 3, 39-46.

Analgesia epidurale e secondo stadio del travaglio di parto. Revisione della letteratura

FUMAGALLI, SIMONA
Secondo
;
PELLEGRINI, EDDA
Penultimo
;
NESPOLI, ANTONELLA
Ultimo
2017

Abstract

BACKGROUND: Il ricorso all’analgesia epidurale come strumento farmacologico di riduzione del dolore in travaglio di parto è aumentato esponenzialmente nell’ultimo decennio. La pratica gode di ampio consenso tra le gestanti ma non è priva di effetti sul fisiologico decorso del travaglio, in particolare sul secondo stadio. Questa revisione della letteratura ha come obiettivo quello di analizzare gli effetti dell’analgesia epidurale sul secondo stadio del travaglio ed indagare gli aspetti di assistenza ostetrica che ne sono influenzati. METODI: Sono stati consultati i Database Pubmed e Cinhal da Settembre a Dicembre 2016. Le KEY words utilizzate sono state “epidural analgesia ” e “second stage of labor ”. RISULTATI: Dalla revisione della letteratura è emerso che l’analgesia epidurale si associa ad un aumento della durata del secondo stadio del travaglio, del ricorso ad ossitocina e parto operativo e ad un aumento del rischio di ipotensione materna, di riduzione della mobilità, di iperpiressia in travaglio e di ritenzione urinaria. Non esistono sufficienti evidenze che denotino un incrementato rischio di taglio cesareo. Controversi sono gli studi che hanno indagato gli esiti feto/neonatali. Riguardo alla pratica ostetrica in letteratura si raccomanda di proseguire la somministrazione di analgesia anche dopo il raggiungimento della dilatazione completa, prevedere tempi più lunghi per il secondo stadio, promuovere la “free delayed pushing” e favorire per quanto possibile posizioni alternative alla litotomica al parto. DISCUSSIONE: Ulteriori studi sono necessari a chiarire gli aspetti che rimangono ad oggi controversi in merito agli effetti dell’analgesia sul secondo stadio del travaglio ed in merito alle migliori metodiche per erogare assistenza ostetrica.
Articolo in rivista - Articolo scientifico
epidural analgesia, second stage of labor, literature review
Italian
39
46
8
Inzis, I., Fumagalli, S., Pellegrini, E., Nespoli, A. (2017). Analgesia epidurale e secondo stadio del travaglio di parto. Revisione della letteratura. SIRYO, 3, 39-46.
Inzis, I; Fumagalli, S; Pellegrini, E; Nespoli, A
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Analgesia epidurale 2017.pdf

Solo gestori archivio

Descrizione: Articolo principale
Dimensione 380.1 kB
Formato Adobe PDF
380.1 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/162582
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact