Julieta. La frustrazione del silenzio e la lingua inattuale dell'intimità