To define the prevalence of mental disorder within an Italian local jail and to describe main psychiatric treatments provided. Methods. Cross-sectional study of consecutive male prisoners referred, over a thirty-four month period, for a clinical psychiatric assessment, among population (N = 1683) of casa Circondariale “Torre del Gallo”, Pavia; clinical DSM-IV diagnostic assessment and retrospective analysis of provided psychiatric treatments (i.e. psychiatric visits and pharmacological prescriptions). Results. 320 men (19%) had one or more current mental disorders (excluding substance misuse), including 16 (1%) psychosis; 71 (4.2%) mood disorder; 32 (1.9%) anxiety disorder; 46 (2.8%) adjustment disorder; 96 (5.7%) personality disorder; 54 (3.2%) personality disorder plus mood disorder; 5 (0.3%) mental retardation. Substance- (N = 166, 51.9%) and HIV-related (N = 49, 15.3%) disorders comorbidity is recognised. Psychiatric visits are mainly provided to psychosis and personality disorder plus mood disorder subgroups. Off-label antipsychotics prescriptions are frequent. Conclusions. The prevalence of mental disorder in this population is higher than US and EU averages, and for particular diagnostic subgroups it could be underestimated. Psychiatric management in prison should be reorganized according to national and European health guidelines

Definire la prevalenza dei disturbi mentali in una casa circondariale italiana e descrivere i principali trattamenti psichiatrici forniti. Metodi. Studio descrittivo osservazionale dei detenuti maschi consecutivamente inviati, in 34 mesi, per una valutazione psichiatrica, tra la popolazione (N = 1683) della casa circondariale “Torre del Gallo”, Pavia; valutazione diagnostica clinica secondo il DSM-IV e analisi retrospettiva dei trattamenti psichiatrici, colloqui psichiatrici e prescrizioni farmacologiche forniti. Risultati. 320 uomini (19%) avevano uno o più disturbi mentali attuali (escludendo i disturbi correlati a sostanze): 16 (1%) psicosi; 71 (4,2%) disturbi dell’umore; 32 (1,9%) disturbi d’ansia; 46 (2,8%) disturbi dell’adattamento; 96 (5,7%) disturbi di personalità; 54 (3,2%) disturbi di personalità + disturbi dell’umore; 5 (0,3%) ritardo mentale. Si rileva comorbilità per disturbi correlati a sostanze (N = 166, 51,9%) e ad HIV (N = 49, 15,3 %). I colloqui psichiatrici sono erogati principalmente per psicosi e disturbi di personalità associati a disturbi dell’umore. Sono frequenti le prescrizioni offlabel di neurolettici. Conclusioni. La prevalenza dei disturbi mentali in questa popolazione è più elevata delle analoghe medie statunitensi ed europee e, per alcuni sottogruppi diagnostici, potrebbe essere sottostimata. La gestione psichiatrica in carcere dovrebbe essere riorganizzata secondo le linee-guida sanitarie nazionali ed europee

Segagni Lusignani, G., Giacobone, C., Pozzi, F., Dal Canton, F., Alecci, P., Carra', G. (2006). Disturbi mentali in una casa circondariale: uno studio di prevalenza. NOOS, 1, 23-34.

Disturbi mentali in una casa circondariale: uno studio di prevalenza

CARRA', GIUSEPPE
2006

Abstract

Definire la prevalenza dei disturbi mentali in una casa circondariale italiana e descrivere i principali trattamenti psichiatrici forniti. Metodi. Studio descrittivo osservazionale dei detenuti maschi consecutivamente inviati, in 34 mesi, per una valutazione psichiatrica, tra la popolazione (N = 1683) della casa circondariale “Torre del Gallo”, Pavia; valutazione diagnostica clinica secondo il DSM-IV e analisi retrospettiva dei trattamenti psichiatrici, colloqui psichiatrici e prescrizioni farmacologiche forniti. Risultati. 320 uomini (19%) avevano uno o più disturbi mentali attuali (escludendo i disturbi correlati a sostanze): 16 (1%) psicosi; 71 (4,2%) disturbi dell’umore; 32 (1,9%) disturbi d’ansia; 46 (2,8%) disturbi dell’adattamento; 96 (5,7%) disturbi di personalità; 54 (3,2%) disturbi di personalità + disturbi dell’umore; 5 (0,3%) ritardo mentale. Si rileva comorbilità per disturbi correlati a sostanze (N = 166, 51,9%) e ad HIV (N = 49, 15,3 %). I colloqui psichiatrici sono erogati principalmente per psicosi e disturbi di personalità associati a disturbi dell’umore. Sono frequenti le prescrizioni offlabel di neurolettici. Conclusioni. La prevalenza dei disturbi mentali in questa popolazione è più elevata delle analoghe medie statunitensi ed europee e, per alcuni sottogruppi diagnostici, potrebbe essere sottostimata. La gestione psichiatrica in carcere dovrebbe essere riorganizzata secondo le linee-guida sanitarie nazionali ed europee
Articolo in rivista - Articolo scientifico
To define the prevalence of mental disorder within an Italian local jail and to describe main psychiatric treatments provided. Methods. Cross-sectional study of consecutive male prisoners referred, over a thirty-four month period, for a clinical psychiatric assessment, among population (N = 1683) of casa Circondariale “Torre del Gallo”, Pavia; clinical DSM-IV diagnostic assessment and retrospective analysis of provided psychiatric treatments (i.e. psychiatric visits and pharmacological prescriptions). Results. 320 men (19%) had one or more current mental disorders (excluding substance misuse), including 16 (1%) psychosis; 71 (4.2%) mood disorder; 32 (1.9%) anxiety disorder; 46 (2.8%) adjustment disorder; 96 (5.7%) personality disorder; 54 (3.2%) personality disorder plus mood disorder; 5 (0.3%) mental retardation. Substance- (N = 166, 51.9%) and HIV-related (N = 49, 15.3%) disorders comorbidity is recognised. Psychiatric visits are mainly provided to psychosis and personality disorder plus mood disorder subgroups. Off-label antipsychotics prescriptions are frequent. Conclusions. The prevalence of mental disorder in this population is higher than US and EU averages, and for particular diagnostic subgroups it could be underestimated. Psychiatric management in prison should be reorganized according to national and European health guidelines
mental disorders, prevalence, prisons, prisoners, male, psychiatry
disturbi mentali, prevalenza, prigioni, detenuti, maschi, psichiatria
Italian
23
34
12
Segagni Lusignani, G., Giacobone, C., Pozzi, F., Dal Canton, F., Alecci, P., Carra', G. (2006). Disturbi mentali in una casa circondariale: uno studio di prevalenza. NOOS, 1, 23-34.
Segagni Lusignani, G; Giacobone, C; Pozzi, F; Dal Canton, F; Alecci, P; Carra', G
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/129913
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact