Negli ultimi trent’anni, le organizzazioni si sono evolute da “orologi” a organismi”, da ‘castelli’ a ‘reti’. L’autore aveva anticipato i caratteri di tali mutazioni in due celebri volumi che riportavano casi, dati e commenti : “L’orologio e l’Organismo”, 1984 e “Il castello e la rete”, 1999 . Molto è cambiato nella concezione delle strutture, dei sistemi di coordinamento e controllo, dell’organizzazione del lavoro, dei ruoli, della cultura di imprese e pubbliche amministrazioni. Continue sono state le innovazioni nelle organizzazioni. Ma la strada per costituire un nuovo modo di produzione e di consumo della stessa pervasività e potenza del taylor fordismo è ancora lunga. Questo volume – frutto di decenni di attività del suo autore nel campo dello sviluppo e della progettazione di organizzazioni pubbliche e private e nel campo della formazione universitaria e manageriale – è la sintesi di questa riflessione ultradecennale. Esso oltre ad un testo di base essenziale per la didattica nelle materie relative alle Scienze dell’Organizzazione , è una guida alla gestione dell’innovazione e del cambiamento nelle organizzazioni complesse. Rifacendosi a una ricca case-history di prima mano, l’autore offre al lettore gli strumenti necessari per cambiare e progettare le organizzazioni, favorendo il passaggio da strutture organizzative monolitiche a reti estese, basate su cooperazione autoregolata, condivisione di conoscenza, comunicazione estesa e comunità di lavoro. Nella prima parte si guida il lettore alla analisi e alla progettazione di singole organizzazioni; nella seconda alla analisi e al management delle reti di impresa

Butera, F. (2009). Il cambiamento organizzativo. Analisi e progettazione. Roma : Laterza.

Il cambiamento organizzativo. Analisi e progettazione

BUTERA, FEDERICO
2009

Abstract

Negli ultimi trent’anni, le organizzazioni si sono evolute da “orologi” a organismi”, da ‘castelli’ a ‘reti’. L’autore aveva anticipato i caratteri di tali mutazioni in due celebri volumi che riportavano casi, dati e commenti : “L’orologio e l’Organismo”, 1984 e “Il castello e la rete”, 1999 . Molto è cambiato nella concezione delle strutture, dei sistemi di coordinamento e controllo, dell’organizzazione del lavoro, dei ruoli, della cultura di imprese e pubbliche amministrazioni. Continue sono state le innovazioni nelle organizzazioni. Ma la strada per costituire un nuovo modo di produzione e di consumo della stessa pervasività e potenza del taylor fordismo è ancora lunga. Questo volume – frutto di decenni di attività del suo autore nel campo dello sviluppo e della progettazione di organizzazioni pubbliche e private e nel campo della formazione universitaria e manageriale – è la sintesi di questa riflessione ultradecennale. Esso oltre ad un testo di base essenziale per la didattica nelle materie relative alle Scienze dell’Organizzazione , è una guida alla gestione dell’innovazione e del cambiamento nelle organizzazioni complesse. Rifacendosi a una ricca case-history di prima mano, l’autore offre al lettore gli strumenti necessari per cambiare e progettare le organizzazioni, favorendo il passaggio da strutture organizzative monolitiche a reti estese, basate su cooperazione autoregolata, condivisione di conoscenza, comunicazione estesa e comunità di lavoro. Nella prima parte si guida il lettore alla analisi e alla progettazione di singole organizzazioni; nella seconda alla analisi e al management delle reti di impresa
Monografia o trattato scientifico - Monografia di Ricerca - Prima edizione
organizzazione, cambiamento organizzativo, progettazione organizzativa, analisi organizzativas
Italian
9788842087960
Butera, F. (2009). Il cambiamento organizzativo. Analisi e progettazione. Roma : Laterza.
Butera, F
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/9582
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact