Due to the current situation of economic crisis and environmental alarm together with the growing urbanization process at global level, it is becoming more and more urgent facing with problems that concern food sovereignty and urban sustainability. The result is a concrete necessity to elaborate new paradigms and methodology of research that can enlighten the situation from a theoretical and practical perspective. In the first part, an interdisciplinary approach is used to discuss the role of food and of eating practices in shaping our lives and the places we live, with reference to the literature on food sustainability and on urban food systems. A specific part is dedicated to sociological studies that show the cultural dimension of food and the evolving processes of eating habits. Moreover, it is presented the literature on ‘food choice’ that can help to understand better the rise of alternative food networks (AFN’s) which can orientate to a more sustainable way of living and buying. The last part of the thesis presents the results of an empirical research on the consumption of sustainable food in the city of Milan. The scope of the study is to identify which factors influence food choice, considering both contextual and personal factors. Thus, the focus is on the influence of spatial and economical accessibility to sustainable food but also on the incidence of values, attitudes and knowledge (including the role of information media). Three different research methods are used to investigate more effectively how sustainable food is distributed, perceived and known from milanese citizens: an on-line survey, a spatial analysis (with GIS) and qualitative interviews to residents in low and high density areas of sustainable food consumption. This research can reveal useful indications to manage new concepts and adopt a more complete view on the relationship between food and the city that includes also the sustainability issue. Furthermore, it highlights drivers and barriers on the path to enhance sustainable behaviour patterns that could be useful for researchers and to public actors in order to afford proper and effective strategies of intervention.

La sostenibilità alimentare è un tema centrale nel dibattito internazionale in quanto è uno degli ambiti più delicati e importanti per il futuro dell’umanità, considerato che l’attuale sistema alimentare risulta insostenibile sia dal punto di vista ambientale, che economico e sociale. L’urgenza di ulteriori studi e ricerche in questo ambito riguarda soprattutto i sistemi urbani in quanto le città del futuro saranno sempre più popolose e le risorse naturali ed energetiche limitate e più scarse. L’emergenza alimentare è quindi uno dei temi principali della futura low carbon society e il rapporto tra cibo e città è uno dei punti chiave su cui riflettere. Dal punto di vista teorico la tesi propone una visione interdisciplinare volta ad unire i concetti della sostenibilità alimentare con la dimensione urbana, per dare forma a una visione più completa. Viene illustrata l’importanza del cibo nell’influenzare la nostra vita e i luoghi che viviamo e la forza di cambiamento contenuta in esso. Particolare attenzione è dedicata, quindi, agli studi sulla scelta alimentare in quanto è necessario indagare in profondità le motivazioni e gli ostacoli che determinano le pratiche di consumo nutrizionale dei cittadini e in che modo essi agiscono sull’attuazione di stili di vita sostenibili. Si esaminano inoltre i nuovi canali di approvigionamento alimentare “alternativi” attraverso cui i cittadini possono attuare pratiche di consumo sostenibile nel campo dell’alimentazione, sempre più frequenti e stabili soprattutto nelle città. Se ne rilevano caratteristiche, vantaggi e limiti per far luce sui motivi che spingono i cittadini a cercare e creare nuove modalità di consumo alimentare e sugli ostacoli attuativi che possono incontrare. L’ultima parte della tesi presenta i risultati di un’indagine empirica condotta nella città di Milano, volta a cogliere i fattori che determinano la scelta di consumo alimentare sostenibile dei milanesi. Oltre a considerare l’influenza dei fattori socioeconomici, la ricerca si propone di valutare il grado di incidenza di altre condizioni strutturali e territoriali, in primis l’accessibilità. Lo studio prende in esame anche i fattori valoriali e indaga l’influenza della predisposizione personale e delle attitudini al consumo sostenibile, nonché il ruolo dell’infomazione e della comunicazione. La ricerca si articola in tre fasi: una survey on-line a cittadini e a membri dei GAS (Gruppi di Acquisto Solidale) milanesi, un’analisi spaziale della distribuzione di cibo sostenibile a Milano (effettuata tramite GIS) che permette di individuare le zone di analisi e passare all’ultima fase con le interviste in profondità effettuate a soggetti appartenenti a zone ad alta e bassa densità di cibo sostenibile. Questo permette di avere un quadro più esaustivo e di individuare drivers e barriere del consumo alimentare sostenibile nei sistemi urbani. Si riscontrano nuove evidenze empiriche e concettuali utili, sia a dare nuova linfa e orientamento in questo ambito di studi, sia a indirizzare le politiche locali verso una maggiore efficacia di azione.

(2014). Cibo e sostenibilità nei sistemi urbani. Il consumo alimentare sostenibile nella città di Milano. (Tesi di dottorato, Università degli Studi di Milano-Bicocca, 2014).

Cibo e sostenibilità nei sistemi urbani. Il consumo alimentare sostenibile nella città di Milano

DEMALDE', CHIARA AURORA
2014-05-23

Abstract

La sostenibilità alimentare è un tema centrale nel dibattito internazionale in quanto è uno degli ambiti più delicati e importanti per il futuro dell’umanità, considerato che l’attuale sistema alimentare risulta insostenibile sia dal punto di vista ambientale, che economico e sociale. L’urgenza di ulteriori studi e ricerche in questo ambito riguarda soprattutto i sistemi urbani in quanto le città del futuro saranno sempre più popolose e le risorse naturali ed energetiche limitate e più scarse. L’emergenza alimentare è quindi uno dei temi principali della futura low carbon society e il rapporto tra cibo e città è uno dei punti chiave su cui riflettere. Dal punto di vista teorico la tesi propone una visione interdisciplinare volta ad unire i concetti della sostenibilità alimentare con la dimensione urbana, per dare forma a una visione più completa. Viene illustrata l’importanza del cibo nell’influenzare la nostra vita e i luoghi che viviamo e la forza di cambiamento contenuta in esso. Particolare attenzione è dedicata, quindi, agli studi sulla scelta alimentare in quanto è necessario indagare in profondità le motivazioni e gli ostacoli che determinano le pratiche di consumo nutrizionale dei cittadini e in che modo essi agiscono sull’attuazione di stili di vita sostenibili. Si esaminano inoltre i nuovi canali di approvigionamento alimentare “alternativi” attraverso cui i cittadini possono attuare pratiche di consumo sostenibile nel campo dell’alimentazione, sempre più frequenti e stabili soprattutto nelle città. Se ne rilevano caratteristiche, vantaggi e limiti per far luce sui motivi che spingono i cittadini a cercare e creare nuove modalità di consumo alimentare e sugli ostacoli attuativi che possono incontrare. L’ultima parte della tesi presenta i risultati di un’indagine empirica condotta nella città di Milano, volta a cogliere i fattori che determinano la scelta di consumo alimentare sostenibile dei milanesi. Oltre a considerare l’influenza dei fattori socioeconomici, la ricerca si propone di valutare il grado di incidenza di altre condizioni strutturali e territoriali, in primis l’accessibilità. Lo studio prende in esame anche i fattori valoriali e indaga l’influenza della predisposizione personale e delle attitudini al consumo sostenibile, nonché il ruolo dell’infomazione e della comunicazione. La ricerca si articola in tre fasi: una survey on-line a cittadini e a membri dei GAS (Gruppi di Acquisto Solidale) milanesi, un’analisi spaziale della distribuzione di cibo sostenibile a Milano (effettuata tramite GIS) che permette di individuare le zone di analisi e passare all’ultima fase con le interviste in profondità effettuate a soggetti appartenenti a zone ad alta e bassa densità di cibo sostenibile. Questo permette di avere un quadro più esaustivo e di individuare drivers e barriere del consumo alimentare sostenibile nei sistemi urbani. Si riscontrano nuove evidenze empiriche e concettuali utili, sia a dare nuova linfa e orientamento in questo ambito di studi, sia a indirizzare le politiche locali verso una maggiore efficacia di azione.
ZAJCZYK, FRANCESCA
Due to the current situation of economic crisis and environmental alarm together with the growing urbanization process at global level, it is becoming more and more urgent facing with problems that concern food sovereignty and urban sustainability. The result is a concrete necessity to elaborate new paradigms and methodology of research that can enlighten the situation from a theoretical and practical perspective. In the first part, an interdisciplinary approach is used to discuss the role of food and of eating practices in shaping our lives and the places we live, with reference to the literature on food sustainability and on urban food systems. A specific part is dedicated to sociological studies that show the cultural dimension of food and the evolving processes of eating habits. Moreover, it is presented the literature on ‘food choice’ that can help to understand better the rise of alternative food networks (AFN’s) which can orientate to a more sustainable way of living and buying. The last part of the thesis presents the results of an empirical research on the consumption of sustainable food in the city of Milan. The scope of the study is to identify which factors influence food choice, considering both contextual and personal factors. Thus, the focus is on the influence of spatial and economical accessibility to sustainable food but also on the incidence of values, attitudes and knowledge (including the role of information media). Three different research methods are used to investigate more effectively how sustainable food is distributed, perceived and known from milanese citizens: an on-line survey, a spatial analysis (with GIS) and qualitative interviews to residents in low and high density areas of sustainable food consumption. This research can reveal useful indications to manage new concepts and adopt a more complete view on the relationship between food and the city that includes also the sustainability issue. Furthermore, it highlights drivers and barriers on the path to enhance sustainable behaviour patterns that could be useful for researchers and to public actors in order to afford proper and effective strategies of intervention.
Food, nutrition, sustainability, city, urban system, consumption, AFN's (Alternative Food Networks), GIS, Spatial Analysis
Cibo, alimentazione, sostenibilità, sistemi urbani, città, consumo, GAS (Gruppo di Acquisto Solidale)
SPS/10 - SOCIOLOGIA DELL'AMBIENTE E DEL TERRITORIO
Italian
SOCIETA' DELL'INFORMAZIONE - 37R
25
2011/2012
(2014). Cibo e sostenibilità nei sistemi urbani. Il consumo alimentare sostenibile nella città di Milano. (Tesi di dottorato, Università degli Studi di Milano-Bicocca, 2014).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
phd_unimib_030767.pdf

accesso aperto

Tipologia di allegato: Doctoral thesis
Dimensione 33.29 MB
Formato Adobe PDF
33.29 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10281/52032
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact