Comprendersi come uomo è aprirsi all'esperienza enigmatica del bene e della felicità per sostenerla in forma di parola. Individuando in questo il motivo generatore del discorso aristotelico, il volume propone un'analisi della posizione dello Stagirita scoprendovi la sollecitazione a pensare le linee di un'etica del finito chiamata ad accettare le ineludibili condizioni di finitezza dell'etica stessa. (Indice: 1. L'indagine e il suo altro. 2. Come dire il bene? 3. Il principio felicità. 4. Êthos. 5. Etica e verità)

Nobile, M. (2002). La parola e l'enigma. Un'interpretazione dell'etica di Aristotele. Roma : Carocci.

La parola e l'enigma. Un'interpretazione dell'etica di Aristotele

NOBILE, MAURO
2002

Abstract

Comprendersi come uomo è aprirsi all'esperienza enigmatica del bene e della felicità per sostenerla in forma di parola. Individuando in questo il motivo generatore del discorso aristotelico, il volume propone un'analisi della posizione dello Stagirita scoprendovi la sollecitazione a pensare le linee di un'etica del finito chiamata ad accettare le ineludibili condizioni di finitezza dell'etica stessa. (Indice: 1. L'indagine e il suo altro. 2. Come dire il bene? 3. Il principio felicità. 4. Êthos. 5. Etica e verità)
Aristotele; etica; ermeneutica; felicità; linguaggio;
Italian
88-430-2180-X
Nobile, M. (2002). La parola e l'enigma. Un'interpretazione dell'etica di Aristotele. Roma : Carocci.
Nobile, M
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10281/4497
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact