This research work aims to study and analyze the theme of prevention and resolution of environmental conflicts both through spaces and tools for dialogue in the administrative process, and through tools to defuse the litigation before the court, so-called ADR, according to the acronym Alternative Dispute Resolutions. The question, to which we will try to give an answer, is whether it is possible to prevent or settle environmental conflicts through these tools, understanding what is their degree of effectiveness in our system whenever disputes concern the exercise of administrative power and checking what are the spaces of application, even in light of the new forms of participation recently introduced. The investigation conducted in this way will make it possible to show that, alongside the traditional forms of administrative participation, often unsuitable for adequately representing the various interests of society, new models are also identified in our legal system with the aim of strengthening the paradigm of participatory democracy through the involvement of citizens in public decisions, especially in the field of the localization and realization of infrastructures. Such an approach would allow to implement a composition of interests already in the procedural phase, so as to avoid a subsequent environmental conflict once the administrative decision has been taken.

Il presente lavoro di ricerca si propone di studiare e analizzare il tema della prevenzione e risoluzione dei conflitti ambientali sia attraverso spazi e strumenti di dialogo nel procedimento amministrativo, sia attraverso strumenti deflattivi del contenzioso dinanzi al giudice, c.d. ADR, secondo l’acronimo Alternative Dispute Resolutions. La questione, a cui si cercherà di dare una risposta, è se sia possibile prevenire ovvero comporre i conflitti ambientali attraverso tali strumenti, comprendendo quale sia il loro grado di efficacia nel nostro ordinamento ogni volta che le controversie riguardino l’esercizio di un potere amministrativo e verificando quali siano gli spazi di applicazione, anche alla luce delle nuove forme di partecipazione recentemente introdotte. L’indagine in tal modo condotta permetterà di mostrare che, accanto alle tradizionali forme di partecipazione amministrativa, spesso non idonee a rappresentare adeguatamente i diversi interessi della società, si individuano anche nel nostro ordinamento nuovi modelli che hanno lo scopo di rafforzare il paradigma della democrazia partecipativa attraverso il coinvolgimento dei cittadini nelle decisioni pubbliche, soprattutto nell’ambito della localizzazione e realizzazione di infrastrutture. Un simile approccio permetterebbe di attuare una composizione degli interessi già nella fase procedimentale, così da evitare un successivo conflitto ambientale una volta che la decisione amministrativa sia stata assunta.

(2022). LA COMPOSIZIONE DEI CONFLITTI IN MATERIA AMBIENTALE: IL DIBATTITO PUBBLICO E GLI STRUMENTI DEFLATTIVI DEL CONTENZIOSO GIUDIZIALE. (Tesi di dottorato, Università degli Studi di Milano-Bicocca, 2022).

LA COMPOSIZIONE DEI CONFLITTI IN MATERIA AMBIENTALE: IL DIBATTITO PUBBLICO E GLI STRUMENTI DEFLATTIVI DEL CONTENZIOSO GIUDIZIALE

MERSINI, MARSELA
2022

Abstract

Il presente lavoro di ricerca si propone di studiare e analizzare il tema della prevenzione e risoluzione dei conflitti ambientali sia attraverso spazi e strumenti di dialogo nel procedimento amministrativo, sia attraverso strumenti deflattivi del contenzioso dinanzi al giudice, c.d. ADR, secondo l’acronimo Alternative Dispute Resolutions. La questione, a cui si cercherà di dare una risposta, è se sia possibile prevenire ovvero comporre i conflitti ambientali attraverso tali strumenti, comprendendo quale sia il loro grado di efficacia nel nostro ordinamento ogni volta che le controversie riguardino l’esercizio di un potere amministrativo e verificando quali siano gli spazi di applicazione, anche alla luce delle nuove forme di partecipazione recentemente introdotte. L’indagine in tal modo condotta permetterà di mostrare che, accanto alle tradizionali forme di partecipazione amministrativa, spesso non idonee a rappresentare adeguatamente i diversi interessi della società, si individuano anche nel nostro ordinamento nuovi modelli che hanno lo scopo di rafforzare il paradigma della democrazia partecipativa attraverso il coinvolgimento dei cittadini nelle decisioni pubbliche, soprattutto nell’ambito della localizzazione e realizzazione di infrastrutture. Un simile approccio permetterebbe di attuare una composizione degli interessi già nella fase procedimentale, così da evitare un successivo conflitto ambientale una volta che la decisione amministrativa sia stata assunta.
RAMAJOLI, MARGHERITA
DELSIGNORE, MONICA
This research work aims to study and analyze the theme of prevention and resolution of environmental conflicts both through spaces and tools for dialogue in the administrative process, and through tools to defuse the litigation before the court, so-called ADR, according to the acronym Alternative Dispute Resolutions. The question, to which we will try to give an answer, is whether it is possible to prevent or settle environmental conflicts through these tools, understanding what is their degree of effectiveness in our system whenever disputes concern the exercise of administrative power and checking what are the spaces of application, even in light of the new forms of participation recently introduced. The investigation conducted in this way will make it possible to show that, alongside the traditional forms of administrative participation, often unsuitable for adequately representing the various interests of society, new models are also identified in our legal system with the aim of strengthening the paradigm of participatory democracy through the involvement of citizens in public decisions, especially in the field of the localization and realization of infrastructures. Such an approach would allow to implement a composition of interests already in the procedural phase, so as to avoid a subsequent environmental conflict once the administrative decision has been taken.
Conflitti; Ambiente; Dibattito pubblico; ADR; Mediazione
Conflicts; Environment; Public debate; ADR; Mediazione
IUS/10 - DIRITTO AMMINISTRATIVO
Italian
SCIENZE GIURIDICHE
34
2020/2021
(2022). LA COMPOSIZIONE DEI CONFLITTI IN MATERIA AMBIENTALE: IL DIBATTITO PUBBLICO E GLI STRUMENTI DEFLATTIVI DEL CONTENZIOSO GIUDIZIALE. (Tesi di dottorato, Università degli Studi di Milano-Bicocca, 2022).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
phd_unimib_776855.pdf

accesso aperto

Descrizione: La composizione dei conflitti in materia ambientale: il dibattito pubblico e gli strumenti deflattivi del contenzioso giudiziale
Tipologia di allegato: Doctoral thesis
Dimensione 2.06 MB
Formato Adobe PDF
2.06 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/378980
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact