From International to National policies, the research analyses recognized best practices, specific reviews and different methodological approaches including various aspects of quantitative analysis and researches. The research has met an important experimental dimension with several opportunities realized during the course of the PhD, corporate and non-corporate. In one specific situation, the path allowed the possibility of map the phenomenon in three National studies on the impact of the phenomenon of child abuse and maltreatment in collaboration with the Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Terre des Hommes, CESVI, different Government Authorities (Welfare Minister; MIUR, Social Policies and Health Ministers), Istituto degli Innocenti. The impact of prevention, CNOAS, ISTAT. The impact of prevention, or prevention, is strongly identified in a quantitative dimension for the first time in Italy (2013) and updated during 2020 from Scientific Committees to restricted research groups. The production of these documents will be focal in the doctoral thesis by framing the phenomenon in a precise way and associating the quantitative dimension with a qualitative reading and analysis that is crucial to promote, cross and innovate national and international policies on the subject. The thesis aims to develop a sort of manual that can be used internationally whose collaborations and connections are already structured and set up, thanks to the role of scientific co-chair of ISPCAN (International Society for Prevention Against Child Abuse and Neglect) and direct collaborations with David Finkelhor, the world's leading exponent of scientific research on the focus of the thesis. The critical issues encountered are linked to the executive dimension which decisively conditions all aspects of the PhD program, from research to the strictly operational and less speculative, essential intersection. Furthermore, the executive dimension is a multidimensional, multidisciplinary approach and, in some ways, requires that it can be circumscribed in the ordinary doctorate. This "status" has represented and represents the greatest effort of a path that is strongly motivating and propulsive from many points of view. 4 chapters that pass from official phenomenon mapping to a qualitative-quantitative intersection for a closure on the more educational dimension. In fact, the last two chapters will analyze in detail what emerged from the review literature from a methodological and intervention model point of view and then close, in the final chapter, with a specific analysis of the model of the organization that is the main focus of the executive doctorate and its impacts.

Dalle policies internazionali a quelle nazionali, la ricerca analizza best practices riconosciute, reviews specifiche e diversi approcci metodologici compresi diversi aspetti di analisi e ricerca quantitativa. La ricerca ha visto una dimensione esperienziale importante con differenti opportunità realizzate nel corso del percorso di dottorato, aziendali ed extra aziendali. In specifico il percorso ha consentito la possibilità di fotografare il fenomeno in tre studi nazionali di impatto del fenomeno di abuso e maltrattamento in collaborazione con Autorità Garante dei Diritti dell’Infanzia e Adolescenza, Terre des Homme, CESVI, Ministeri (Welfare, MIUR, Politiche sociali, Sanità), ISTAT, Ordine degli Assistenti Sociali, Istituto degli Innocenti. L’impatto della prevenzione, o della mancata prevenzione, viene fortemente individuato in una dimensione quantitativa per la prima volta in Italia (2013) e aggiornata nel corso del 2020. In tutti questi studi a evidente metodologia quantitativa ho potuto svolgere ruoli di primissimo piano, dai Comitati Scientifici ai gruppi di ricerca ristretti. La produzione di questi documenti saranno focali nella tesi di dottorato inquadrando il fenomeno in maniera puntuale e associando alla dimensione quantitativa una lettura e analisi qualitativa determinante per promuovere, incrociare e innovare le policies nazionali ed internazionali sul tema. La tesi “in impostazione” vuole mettere a punto una sorta di manuale spendibile a livello internazionale le cui collaborazioni e connessioni sono già strutturare e impostate, grazie al ruolo di co-chair scientifico di ISPCAN (International Society for Prevention Against Child Abuse and Neglect) e le dirette collaborazioni con David Finkelhor, maggior esponente mondiale relativamente alla ricerca scientifica sul focus dell’elaborato di tesi. Le criticità incontrate sono legate alla dimensione executive che condiziona in maniera determinante tutti gli aspetti del percorso di dottorato, dalla ricerca all’incrocio strettamente operativo e meno speculativo, imprescindibile. La dimensione executive richiede inoltre, una modalità di approccio multidimensionale, multidisciplinare e, per certi versi, difficilmente circoscrivibile nel dottorato ordinario. Questo “status” ha rappresentato e rappresenta la fatica maggiore di un percorso invece fortemente motivante e propulsivo sotto tantissimi punti di vista. 4 capitoli che passano dal quantitativo (Dossier AGIA) ad un incrocio quali-quantitativo (Indice di Maltrattamento Regionale) per una chiusura sulla dimensione più educativa. Negli ultimi due capitoli infatti si analizzerà in dettaglio quanto emerso dalla literature review da un punto di vista metodologico e di modello di intervento per poi chiudere, nel capitolo conclusivo, con una specifica analisi del modello dell’organizzazione protagonista del dottorato executive e i propri impatti.

(2022). Prevention and Protection from child abuse and neglect: a narrative perspective in school-based prevention programs. (Tesi di dottorato, Università degli Studi di Milano-Bicocca, 2022).

Prevention and Protection from child abuse and neglect: a narrative perspective in school-based prevention programs

BRIGANTI, ROCCO
2022

Abstract

Dalle policies internazionali a quelle nazionali, la ricerca analizza best practices riconosciute, reviews specifiche e diversi approcci metodologici compresi diversi aspetti di analisi e ricerca quantitativa. La ricerca ha visto una dimensione esperienziale importante con differenti opportunità realizzate nel corso del percorso di dottorato, aziendali ed extra aziendali. In specifico il percorso ha consentito la possibilità di fotografare il fenomeno in tre studi nazionali di impatto del fenomeno di abuso e maltrattamento in collaborazione con Autorità Garante dei Diritti dell’Infanzia e Adolescenza, Terre des Homme, CESVI, Ministeri (Welfare, MIUR, Politiche sociali, Sanità), ISTAT, Ordine degli Assistenti Sociali, Istituto degli Innocenti. L’impatto della prevenzione, o della mancata prevenzione, viene fortemente individuato in una dimensione quantitativa per la prima volta in Italia (2013) e aggiornata nel corso del 2020. In tutti questi studi a evidente metodologia quantitativa ho potuto svolgere ruoli di primissimo piano, dai Comitati Scientifici ai gruppi di ricerca ristretti. La produzione di questi documenti saranno focali nella tesi di dottorato inquadrando il fenomeno in maniera puntuale e associando alla dimensione quantitativa una lettura e analisi qualitativa determinante per promuovere, incrociare e innovare le policies nazionali ed internazionali sul tema. La tesi “in impostazione” vuole mettere a punto una sorta di manuale spendibile a livello internazionale le cui collaborazioni e connessioni sono già strutturare e impostate, grazie al ruolo di co-chair scientifico di ISPCAN (International Society for Prevention Against Child Abuse and Neglect) e le dirette collaborazioni con David Finkelhor, maggior esponente mondiale relativamente alla ricerca scientifica sul focus dell’elaborato di tesi. Le criticità incontrate sono legate alla dimensione executive che condiziona in maniera determinante tutti gli aspetti del percorso di dottorato, dalla ricerca all’incrocio strettamente operativo e meno speculativo, imprescindibile. La dimensione executive richiede inoltre, una modalità di approccio multidimensionale, multidisciplinare e, per certi versi, difficilmente circoscrivibile nel dottorato ordinario. Questo “status” ha rappresentato e rappresenta la fatica maggiore di un percorso invece fortemente motivante e propulsivo sotto tantissimi punti di vista. 4 capitoli che passano dal quantitativo (Dossier AGIA) ad un incrocio quali-quantitativo (Indice di Maltrattamento Regionale) per una chiusura sulla dimensione più educativa. Negli ultimi due capitoli infatti si analizzerà in dettaglio quanto emerso dalla literature review da un punto di vista metodologico e di modello di intervento per poi chiudere, nel capitolo conclusivo, con una specifica analisi del modello dell’organizzazione protagonista del dottorato executive e i propri impatti.
BIFFI, ELISABETTA
From International to National policies, the research analyses recognized best practices, specific reviews and different methodological approaches including various aspects of quantitative analysis and researches. The research has met an important experimental dimension with several opportunities realized during the course of the PhD, corporate and non-corporate. In one specific situation, the path allowed the possibility of map the phenomenon in three National studies on the impact of the phenomenon of child abuse and maltreatment in collaboration with the Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Terre des Hommes, CESVI, different Government Authorities (Welfare Minister; MIUR, Social Policies and Health Ministers), Istituto degli Innocenti. The impact of prevention, CNOAS, ISTAT. The impact of prevention, or prevention, is strongly identified in a quantitative dimension for the first time in Italy (2013) and updated during 2020 from Scientific Committees to restricted research groups. The production of these documents will be focal in the doctoral thesis by framing the phenomenon in a precise way and associating the quantitative dimension with a qualitative reading and analysis that is crucial to promote, cross and innovate national and international policies on the subject. The thesis aims to develop a sort of manual that can be used internationally whose collaborations and connections are already structured and set up, thanks to the role of scientific co-chair of ISPCAN (International Society for Prevention Against Child Abuse and Neglect) and direct collaborations with David Finkelhor, the world's leading exponent of scientific research on the focus of the thesis. The critical issues encountered are linked to the executive dimension which decisively conditions all aspects of the PhD program, from research to the strictly operational and less speculative, essential intersection. Furthermore, the executive dimension is a multidimensional, multidisciplinary approach and, in some ways, requires that it can be circumscribed in the ordinary doctorate. This "status" has represented and represents the greatest effort of a path that is strongly motivating and propulsive from many points of view. 4 chapters that pass from official phenomenon mapping to a qualitative-quantitative intersection for a closure on the more educational dimension. In fact, the last two chapters will analyze in detail what emerged from the review literature from a methodological and intervention model point of view and then close, in the final chapter, with a specific analysis of the model of the organization that is the main focus of the executive doctorate and its impacts.
child abuse; neglect; narrative; resilience; primary prevention
child abuse; neglect; narrative; resilience; primary prevention
M-PED/01 - PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE
English
EDUCAZIONE NELLA SOCIETA' CONTEMPORANEA
34
2020/2021
(2022). Prevention and Protection from child abuse and neglect: a narrative perspective in school-based prevention programs. (Tesi di dottorato, Università degli Studi di Milano-Bicocca, 2022).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
phd_unimib_848853.pdf

embargo fino al 18/02/2025

Descrizione: Prevention and Protection from child abuse and neglect: a narrative perspective in school-based primary prevention programs
Tipologia di allegato: Doctoral thesis
Dimensione 2.78 MB
Formato Adobe PDF
2.78 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/363765
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact