Il concetto di banalità del male viene ricostruito nel contesto storico del processo Eichmann e nel pensiero di Hannah Arendt, per poi essere applicato alle sfide morali del nostro tempo

Belliti, D. (2012). Io che sono uno solo. Giudicare il male dopo Eichmann. Pisa : ETS.

Io che sono uno solo. Giudicare il male dopo Eichmann

Belliti, D
2012

Abstract

Il concetto di banalità del male viene ricostruito nel contesto storico del processo Eichmann e nel pensiero di Hannah Arendt, per poi essere applicato alle sfide morali del nostro tempo
Monografia o trattato scientifico - Monografia di Ricerca - Prima edizione
totalitarismo democrazia conformismo
Italian
978-8846732033
Belliti, D. (2012). Io che sono uno solo. Giudicare il male dopo Eichmann. Pisa : ETS.
Belliti, D
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/361581
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact