Qual è la locomotiva del sistema produttivo italiano? Dopo la Fiat e l’Italsider degli anni Sessanta, dopo i distretti degli anni Ottanta, dopo il Made in Italy questo libro presenta un possibile what next: the Italian Way of Doing Industry. Il programma di ricerca intervento promosso dalla Fondazione Irso si ispira ai molti significativi casi di imprese italiane che sembrano mantenere e rafforzare anche nella crisi la propria competitività. Da dove nasce la loro forza? Che cosa accomuna casi di successo così diversi tra loro? Vi sono nuovi modelli e principi organizzativi e manageriali? Che fare per rafforzare la loro identità e rappresentanza? Quanto potranno durare, se il Paese non si prenderà cura di loro? L’ipotesi illustrata in questo libro è che stia emergendo una Italian Way of Doing Industry, un modello socio-economico e un modello di impresa ancora allo stato embrionale diverso dai “castelli” industriali, dai distretti, dal “piccolo è bello”: una Italian Way frutto di un vigoroso processo bottom-up basato su imprese, organizzazioni e territori di nuova concezione, nuovi “crocevia territoriali di reti lunghe vitali”. Tale modello – se svelato, comunicato, discusso – può creare senso di sé, “contagiare” positivamente imprese, organizzazioni e territori, suggerire politiche di sviluppo appropriate. Un modello, però, ancora fragile che richiede interventi di ricerca e comunicazione, servizi reali alle imprese, politiche economiche che oggi sono del tutto insufficienti. Questo volume raccoglie i contributi di analisi e di proposte di uno straordinario brain trust composto da alcuni degli studiosi che più a fondo hanno studiato le imprese e il sistema produttivo italiano, da alcuni alti dirigenti pubblici che curano le politiche di sostegno allo sviluppo, da alcuni imprenditori innovatori nelle loro imprese e nel loro settore. Il volume è destinato agli imprenditori e ai manager delle imprese dell’Italian Way of Doing Industry, alle associazioni imprenditoriali, ai responsabili nazionali e regionali di politiche di sviluppo economico, ai docenti e ai consulenti che supportano l’evoluzione delle imprese. E ovviamente è una risorsa per gli studiosi e gli studenti delle organizzazioni e dei sistemi produttivi italiani.

Butera, F., DE MICHELIS, G. (a cura di). (2011). L'Italia che compete. L'Italian way of doing industry. Milano : Franco Angeli.

L'Italia che compete. L'Italian way of doing industry

BUTERA, FEDERICO;DE MICHELIS, GIORGIO
2011

Abstract

Qual è la locomotiva del sistema produttivo italiano? Dopo la Fiat e l’Italsider degli anni Sessanta, dopo i distretti degli anni Ottanta, dopo il Made in Italy questo libro presenta un possibile what next: the Italian Way of Doing Industry. Il programma di ricerca intervento promosso dalla Fondazione Irso si ispira ai molti significativi casi di imprese italiane che sembrano mantenere e rafforzare anche nella crisi la propria competitività. Da dove nasce la loro forza? Che cosa accomuna casi di successo così diversi tra loro? Vi sono nuovi modelli e principi organizzativi e manageriali? Che fare per rafforzare la loro identità e rappresentanza? Quanto potranno durare, se il Paese non si prenderà cura di loro? L’ipotesi illustrata in questo libro è che stia emergendo una Italian Way of Doing Industry, un modello socio-economico e un modello di impresa ancora allo stato embrionale diverso dai “castelli” industriali, dai distretti, dal “piccolo è bello”: una Italian Way frutto di un vigoroso processo bottom-up basato su imprese, organizzazioni e territori di nuova concezione, nuovi “crocevia territoriali di reti lunghe vitali”. Tale modello – se svelato, comunicato, discusso – può creare senso di sé, “contagiare” positivamente imprese, organizzazioni e territori, suggerire politiche di sviluppo appropriate. Un modello, però, ancora fragile che richiede interventi di ricerca e comunicazione, servizi reali alle imprese, politiche economiche che oggi sono del tutto insufficienti. Questo volume raccoglie i contributi di analisi e di proposte di uno straordinario brain trust composto da alcuni degli studiosi che più a fondo hanno studiato le imprese e il sistema produttivo italiano, da alcuni alti dirigenti pubblici che curano le politiche di sostegno allo sviluppo, da alcuni imprenditori innovatori nelle loro imprese e nel loro settore. Il volume è destinato agli imprenditori e ai manager delle imprese dell’Italian Way of Doing Industry, alle associazioni imprenditoriali, ai responsabili nazionali e regionali di politiche di sviluppo economico, ai docenti e ai consulenti che supportano l’evoluzione delle imprese. E ovviamente è una risorsa per gli studiosi e gli studenti delle organizzazioni e dei sistemi produttivi italiani.
No
Scientifica
Medie imprese; competitività; sistema produttivo;
Italian
978-88-568-4020-9
Butera, F., DE MICHELIS, G. (a cura di). (2011). L'Italia che compete. L'Italian way of doing industry. Milano : Franco Angeli.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/30413
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact