Il testo propone un'analisi del concetto di distanza sociale. Vengono esaminate le posizioni di autori, quali Simmel, Sombart, Michels e Park, che per primi lo hanno formulato e utilizzato speculativamente, per poi giungere alla sua operativizzazione da parte di Bogardus. Il taglio specifico dato all’analisi del concetto e della sua utilizzazione fa riferimento esclusivamente alla distanza sociale esterna, tra l’insieme del gruppo e altri gruppi; in particolare, ad un tipo specifico di distanza sociale esterna, connessa alla forma sociale dello straniero e all’interazione tra esso e la comunità ospitante. Vengono poi affrontati i problemi di rilevazione e misurazione della distanza sociale inter-etnica, analizzando le prime applicazioni della scala di distanza sociale di Bogardus. Il suo sviluppo metodologico successivo viene percorso seguendo due strade diverse, la prima è quella dei ricercatori che hanno utilizzato la scala di Bogardus per intraprendere studi sulle relazioni razziali, studi comparativi e sulla stratificazione sociale. La seconda è quella delle due indagini realizzate presso il Dipartimento di Ricerca sociale e Metodologia sociologica “G. Statera”, che hanno fatto uso di tale scala per studiare la rappresentazione degli immigrati e il pregiudizio etnico tra gli studenti del Lazio e la convivenza interculturale negli Studentati della Sapienza. Questa seconda strada, in particolare, ha permesso di avanzare una proposta metodologica per contrastare le pretese eccessivamente deterministiche della scala di distanza sociale di Bogardus e per renderla più consona ad una società, come quella attuale, fortemente differenziata e multiculturale, ove il contatto con l’Altro è continuo. Il volume è frutto di una riflessione operata a cavallo e grazie ad una serie di ricerca incentrate sulla rappresentazione sociale dello straniero.

Decataldo, A. (2009). La misurazione della distanza sociale inter-etnica. Questioni teoriche, metodologiche e tecniche. Acireale-Roma : Bonanno.

La misurazione della distanza sociale inter-etnica. Questioni teoriche, metodologiche e tecniche

DECATALDO, ALESSANDRA
2009

Abstract

Il testo propone un'analisi del concetto di distanza sociale. Vengono esaminate le posizioni di autori, quali Simmel, Sombart, Michels e Park, che per primi lo hanno formulato e utilizzato speculativamente, per poi giungere alla sua operativizzazione da parte di Bogardus. Il taglio specifico dato all’analisi del concetto e della sua utilizzazione fa riferimento esclusivamente alla distanza sociale esterna, tra l’insieme del gruppo e altri gruppi; in particolare, ad un tipo specifico di distanza sociale esterna, connessa alla forma sociale dello straniero e all’interazione tra esso e la comunità ospitante. Vengono poi affrontati i problemi di rilevazione e misurazione della distanza sociale inter-etnica, analizzando le prime applicazioni della scala di distanza sociale di Bogardus. Il suo sviluppo metodologico successivo viene percorso seguendo due strade diverse, la prima è quella dei ricercatori che hanno utilizzato la scala di Bogardus per intraprendere studi sulle relazioni razziali, studi comparativi e sulla stratificazione sociale. La seconda è quella delle due indagini realizzate presso il Dipartimento di Ricerca sociale e Metodologia sociologica “G. Statera”, che hanno fatto uso di tale scala per studiare la rappresentazione degli immigrati e il pregiudizio etnico tra gli studenti del Lazio e la convivenza interculturale negli Studentati della Sapienza. Questa seconda strada, in particolare, ha permesso di avanzare una proposta metodologica per contrastare le pretese eccessivamente deterministiche della scala di distanza sociale di Bogardus e per renderla più consona ad una società, come quella attuale, fortemente differenziata e multiculturale, ove il contatto con l’Altro è continuo. Il volume è frutto di una riflessione operata a cavallo e grazie ad una serie di ricerca incentrate sulla rappresentazione sociale dello straniero.
Monografia o trattato scientifico - Monografia di Ricerca - Prima edizione
Distanza sociale, relazioni inter-etniche, approccio integrato
Italian
978-88-7796-545-5
Decataldo, A. (2009). La misurazione della distanza sociale inter-etnica. Questioni teoriche, metodologiche e tecniche. Acireale-Roma : Bonanno.
Decataldo, A
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/25738
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact