Essere e gadget. La macchina del sentire