Il carcere in città. La voce, il gesto, il tratto e la parola, ovvero l'arte come evasione comune.