Questo progetto nasce in ambito accademico durante l’esperienza formativa di studenti del Corso di Laurea in Ostetricia dell’Universi- tà degli Studi di Milano Bicocca durante il modulo d’insegnamento “Normalità della nascita”. Il contesto formativo entro cui si è svilup- pato lo studio fa riferimento al modello della Midwifery Partnership (Guilliland & Pairman, ) il quale fonda le proprie basi su quattro principi fondamentali: centralità della donna, continuità del curante, autonomia della professione e considerare gravidanza travaglio parto come eventi fisiologici. Il documento si propone l’obiettivo di riassumere, in modo chiaro e sintetico, le raccomandazioni definite da autorevoli organismi in- ternazionali (World Health Organisation — WHO, National Institute of HEALTH and Care Excellence — NICE, Queensland Maternity and Neonatal Clinical Guidelines) riguardo l’assistenza ostetrica al travaglio fisiologico, per facilitare i professionisti all’esercizio di una pratica basata sulle evidenze. Il primo professionista responsabile dell’assistenza intrapartum è l’Ostetrica/o, garante del mantenimento della normalità del percorso nascita, dalla gravidanza fino al puerperio, per la donna, il neonato e l’intera famiglia. L’assistenza ostetrica promuove la fisiologia, attra- verso la sorveglianza continua del benessere materno feto–neonatale e la salvaguardia dei benefici psicologici derivanti da un’esperienza positiva di nascita

Fumagalli, S., Colciago, E., Nespoli, A. (2017). Standard internazionali per promuovere la salute materno feto–neonatale. Canterano RM : Aracne Editrice.

Standard internazionali per promuovere la salute materno feto–neonatale

FUMAGALLI, SIMONA
Primo
;
COLCIAGO, ELISABETTA
Secondo
;
NESPOLI, ANTONELLA
Ultimo
2017

Abstract

Questo progetto nasce in ambito accademico durante l’esperienza formativa di studenti del Corso di Laurea in Ostetricia dell’Universi- tà degli Studi di Milano Bicocca durante il modulo d’insegnamento “Normalità della nascita”. Il contesto formativo entro cui si è svilup- pato lo studio fa riferimento al modello della Midwifery Partnership (Guilliland & Pairman, ) il quale fonda le proprie basi su quattro principi fondamentali: centralità della donna, continuità del curante, autonomia della professione e considerare gravidanza travaglio parto come eventi fisiologici. Il documento si propone l’obiettivo di riassumere, in modo chiaro e sintetico, le raccomandazioni definite da autorevoli organismi in- ternazionali (World Health Organisation — WHO, National Institute of HEALTH and Care Excellence — NICE, Queensland Maternity and Neonatal Clinical Guidelines) riguardo l’assistenza ostetrica al travaglio fisiologico, per facilitare i professionisti all’esercizio di una pratica basata sulle evidenze. Il primo professionista responsabile dell’assistenza intrapartum è l’Ostetrica/o, garante del mantenimento della normalità del percorso nascita, dalla gravidanza fino al puerperio, per la donna, il neonato e l’intera famiglia. L’assistenza ostetrica promuove la fisiologia, attra- verso la sorveglianza continua del benessere materno feto–neonatale e la salvaguardia dei benefici psicologici derivanti da un’esperienza positiva di nascita
Monografia o trattato scientifico - Manuale specialistico - Prima edizione
maternal health, clinical guidelines, fetus health, normal childbirth, midwifery care
Italian
mar-2017
978-88-255-0396-8
Fumagalli, S., Colciago, E., Nespoli, A. (2017). Standard internazionali per promuovere la salute materno feto–neonatale. Canterano RM : Aracne Editrice.
Fumagalli, S; Colciago, E; Nespoli, A
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Standard internazionali pe rpromuovere la slaute materno feto-neonatale.pdf

Solo gestori archivio

Descrizione: Monografia
Dimensione 5.66 MB
Formato Adobe PDF
5.66 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/160697
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact