My research deal with the economic implications of relationships of intimacy, care and support not based on kinship or couple ties. Relying upon a feminist and queer epistemology, I researched the experience of various affective networks: friends, flatmates, lovers in non normative sexual relationships, comrades from networks of grassroot activism among others. My aim is to understand how the relationship between productive and reproductive labor works in this context . My ethnographic inquiry focuses more specifically on the ways in which “life is put at labor” in the experience of the subjects, myself included. This research is intertwined with the self inquiry on “other intimacies”, work and self organized mutual support promoted by the network “SomMovimento NazioAnale”. The Network is composed of transfeminist and queer collectives and single activists . Fieldwork was conducted in urban areas of center and northen Italy with people approximately 30-50 years old who did not organize their lives around a couple relationship, nor on persisting strong ties with their families of origin. They rather organize their livesby relying on different relationships of love, care and intimacies. They are lesbians, gays, trans*, cisgender women and men who had homosexual or heterosexual relationships. The lesbian and ftm/ft* experience has been carefully investigated.

Il focus della mia ricerca sono le relazioni d'affetto, intimità, soldarietà e cura oltre la coppia e la famiglia, e le loro implicazioni economiche nel capitalismo postfordista. A partire da un'epistemologia femminista e queer, indago l'esperienza di reti affettive formate da amic*, coinquilin*, amanti, partner in relazioni sessuo-affettive non convenzionali, compagni* di attivismo, riflettendo sul rapporto con la precarietà e su come si articola il rapporto fra sfera produttiva e riproduttiva nel contesto di queste relazioni. In particolare ho cercato di indagare etnograficamente che forme prende, nell’esperienza concreta di questi soggetti (me inclusa), la “messa a valore della vita” che caratterizza il capitalismo postfordista. Tema trasversale alla ricerca è il rapporto fra rappresentazione e incorporazione, e fra condizioni materiali e culturali dell’esistenza, inclusa la problematizzazione di questa dicotomia. Questa ricerca è strettamente intrecciata all’autoinchiesta su “altre intimità”, lavoro e neomutualismo condotta dal SomMovimento NazioAnale, rete di collettivi e singol* transfemministe queer di cui il mio collettivo, il Laboratorio Smaschieramenti, fa parte. Il lavoro di campo si è svolto in centri urbani del Centro e del Nord Italia, con persone di età compresa fra i trenta e i cinquant’anni circa che, per motivi e in modi diversi, non incentrano la propria vita su una relazione di coppia – presente o immaginata a venire – né sul persistente legame con la famiglia d'origine, bensì su altre relazioni di affetto, intimità e cura. Si tratta di lesbiche, gay, trans*, donne e uomini cisgenere, che avevano relazioni omo- o eterosessuali, sebbene l’esperienza lesbica ed ftm/ft* sia quella indagata con maggior ampiezza.

(2017). “Tenetevi il matrimonio, dateci la dote” Implicazioni economiche delle relazioni d’affetto oltre la coppia nell’Italia urbana contemporanea. (Tesi di dottorato, Università degli Studi di Milano-Bicocca, 2017).

“Tenetevi il matrimonio, dateci la dote” Implicazioni economiche delle relazioni d’affetto oltre la coppia nell’Italia urbana contemporanea

ACQUISTAPACE, ALESSIA
2017-04-27

Abstract

Il focus della mia ricerca sono le relazioni d'affetto, intimità, soldarietà e cura oltre la coppia e la famiglia, e le loro implicazioni economiche nel capitalismo postfordista. A partire da un'epistemologia femminista e queer, indago l'esperienza di reti affettive formate da amic*, coinquilin*, amanti, partner in relazioni sessuo-affettive non convenzionali, compagni* di attivismo, riflettendo sul rapporto con la precarietà e su come si articola il rapporto fra sfera produttiva e riproduttiva nel contesto di queste relazioni. In particolare ho cercato di indagare etnograficamente che forme prende, nell’esperienza concreta di questi soggetti (me inclusa), la “messa a valore della vita” che caratterizza il capitalismo postfordista. Tema trasversale alla ricerca è il rapporto fra rappresentazione e incorporazione, e fra condizioni materiali e culturali dell’esistenza, inclusa la problematizzazione di questa dicotomia. Questa ricerca è strettamente intrecciata all’autoinchiesta su “altre intimità”, lavoro e neomutualismo condotta dal SomMovimento NazioAnale, rete di collettivi e singol* transfemministe queer di cui il mio collettivo, il Laboratorio Smaschieramenti, fa parte. Il lavoro di campo si è svolto in centri urbani del Centro e del Nord Italia, con persone di età compresa fra i trenta e i cinquant’anni circa che, per motivi e in modi diversi, non incentrano la propria vita su una relazione di coppia – presente o immaginata a venire – né sul persistente legame con la famiglia d'origine, bensì su altre relazioni di affetto, intimità e cura. Si tratta di lesbiche, gay, trans*, donne e uomini cisgenere, che avevano relazioni omo- o eterosessuali, sebbene l’esperienza lesbica ed ftm/ft* sia quella indagata con maggior ampiezza.
BELLAGAMBA, ALICE
My research deal with the economic implications of relationships of intimacy, care and support not based on kinship or couple ties. Relying upon a feminist and queer epistemology, I researched the experience of various affective networks: friends, flatmates, lovers in non normative sexual relationships, comrades from networks of grassroot activism among others. My aim is to understand how the relationship between productive and reproductive labor works in this context . My ethnographic inquiry focuses more specifically on the ways in which “life is put at labor” in the experience of the subjects, myself included. This research is intertwined with the self inquiry on “other intimacies”, work and self organized mutual support promoted by the network “SomMovimento NazioAnale”. The Network is composed of transfeminist and queer collectives and single activists . Fieldwork was conducted in urban areas of center and northen Italy with people approximately 30-50 years old who did not organize their lives around a couple relationship, nor on persisting strong ties with their families of origin. They rather organize their livesby relying on different relationships of love, care and intimacies. They are lesbians, gays, trans*, cisgender women and men who had homosexual or heterosexual relationships. The lesbian and ftm/ft* experience has been carefully investigated.
embodiment,; queer,; kinship,; capitalism,; Italy
incorporazione,; queer,; parentela,; capitalismo,; Italy
M-DEA/01 - DISCIPLINE DEMOETNOANTROPOLOGICHE
Italian
ANTROPOLOGIA CULTURALE E SOCIALE - 74R
29
2015/2016
(2017). “Tenetevi il matrimonio, dateci la dote” Implicazioni economiche delle relazioni d’affetto oltre la coppia nell’Italia urbana contemporanea. (Tesi di dottorato, Università degli Studi di Milano-Bicocca, 2017).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
phd_unimib_787785.pdf

embargo fino al 27/04/2020

Descrizione: tesi di dottorato
Tipologia di allegato: Doctoral thesis
Dimensione 1.37 MB
Formato Adobe PDF
1.37 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10281/158310
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact