La logica del terrorismo suicida: riflessioni di un economista